data Nel giardino medievale di Palazzo Madama, la magia delle stagioni

domenica 19 ottobre 2014

Nel giardino medievale di Palazzo Madama, la magia delle stagioni

Il giardino medievale di Palazzo Madama è uno dei posti più belli del centro di Torino. Collocato nel fossato dell'antica fortezza degli Acaja, è diviso in tre parti: l'orto, che forniva gli alimenti alla mensa del signore, il bosco e il frutteto, con gli annessi che servivano a deliziare il signore nel suo tempo libero, il giardino di corte con le panchine e le fronde ispirate alla letteratura cortese.


La ragione del suo fascino è sì la location (basta alzare lo sguardo e incrociare le torri medievali, il cielo di Torino e gli abbaini di piazza Castello), ma anche l'atmosfera che la ricostruzione sa riprodurre. Un'atmosfera di serenità e armonia con la natura, in cui tutto ha un senso e un'utilità. Si ritorna al ritmo delle stagioni e si sente quanto sia più sano e naturale: il giardino quasi spoglio in inverno, esuberante d'estate, colorato d'autunno. Nelle aiuole quadrate, in cui si coltivano le piante per la cucina e quelle curative, questo ritmo naturale si fa più potente ed è bello scoprire come in ogni stagione ci sia qualcosa di speciale, per la tavola e per la salute, e come nessuna erba nasce invano.


Amo questo giardino in ogni stagione e lo amo ancora di più da quando, in una mattina d'autunno e di turisti, ho visto una dama torinese, seduta su una delle panchine di vimini, che leggeva e sorrideva. Il giardino medievale di Palazzo Madama come un luogo di lettura, di piacere e di relax, in pieno centro: i mille volti di Torino, le mille atmosfere che sa offrire. Se visitate il capoluogo subalpino, regalatevi una passeggiata tra le delizie di questo giardino, dopo aver visitato lo splendido e sorprendente Palazzo Madama.